Luca Begonia 5et

18 febbraio 2018 20:30 Alhambra Birrjazz

Alhambra Birrjazz

presenta

domenica 18 febbraio 2018 ore 20,30

LUCA BEGONIA 5et

Luca Begonia, trombone
Daniele Gorgone, pianoforte
Pietro Iodice, batteria
Aldo Bassi, tromba
Elio Tatti, contrabbasso

Appuntamento imperdibile all’Alhambra con Luca Begonia, torinese (ma di origine genovese), polistrumentista diplomato in trombone, primo trombone nella big band di R. Charles, Daniele Gorgone esperto pianista che vanta collaborazioni con Jason Marsalis, Garrison Fewell, Marco Panascia, Pietro Iodice, batterista napoletano,  con una grande attività concertistica in clubs e Festival Jazz e tante collaborazioni alle spalle, alla tromba Aldo Bassi, il quale ha pubblicato diversi album e insegna presso il Conservatorio di Benevento ed Elio Tatti, contrabbassista di origine classica-sinfonica ben presto inglobato nel mondo del jazz che diventa protagonista con importanti collaborazioni.

LUCA BEGONIA
Polistrumentista (suona trombone, tromba, flicorno e pianoforte) è diplomato in trombone. Giovanissimo partecipa ad una delle prime edizioni del festival jazz di Villa Imperiale a Genova in un gruppo orchestrale diretto da E. Rava. E’ primo trombone nella big band di R. Charles, è solista ospite a Siena Jazz e con l’orchestra ritmica della RAI di Milano.Entra nella big band di G. Basso con cui si esibisce in innumerevoli concerti in tutta Italia. E’primo classificato per il trombone al concorso internazionale per giovani solisti emergenti di jazz, organizzato dalla RAI e dalla Yves Saint Laurent.Incide con C. Terry, e con la formazione Ensemble Mobile partecipa alla prima esecuzione
mondiale dell’opera di G. Gaslini ” Jelly’s back in town “, diretta dall’autore e con la stessa formazione partecipa a vari festival con un progetto dedicato a J. Coltrane.Con il Trio Jazz Fantasy, fa un breve tour con F. Ambrosetti e S. Satta e registra per la RAI. Inoltre si esibisce al Blue Note di New York con C. Terry. Partecipa ad Umbria Jazz con il progetto di P. Silvestri dedicato a L. Battisti che vede protagonisti G. Tommaso, E. Rava, R. Gatto, S. Bollani, R. Cecchetto. Vanta collaborazione con Jimmy Owens, Scott Hamilton, Bob Mover, Steve Grossman, Bob Wilber,
Andy McGhee, Marcus McLaurine, Sylvia Cuenca, Don Friedman, Mark Murphy, Paolo Fresu. Come membro del la Torino Jazz Orchestra partecipa poi a vari festival che vedranno avvicendarsi, in qualità di ospiti, T. Harrell, V. Ponomarev, D. Goykovich e T. De Piscopo Dee Dee
Bridgewater .Sono anche numerosissime le sue partecipazioni a programmi televisivi RAI e per il gruppo Fininvest (poi Mediaset) come membro dell’orchestra ritmica della RAI di Milano e della GiDiBand diretta da G. D’Aquila. Il gruppo nell’occasione propone un repertorio composto da brani originali e da standard attentamente selezionati per offrire un concerto in perfetto equilibrio fra novità e tradizione, in cui le atmosfere, pur mantenendo una coerenza stilistica espressiva, possano variare costantemente sollecitando la curiosità e l’interesse degli ascoltatori.

DANIELE GORGONE
Daniele Gorgone è stato nel periodo 99-00 allievo del M. Stefano Bollani. Frequenta nel 2001 un corso di ritmi caraibici a Zurigo col M. Mark Halbherr. Frequenta nel 2002 i seminari estivi “Siena Jazz” per strumento (pianoforte, insegnanti Stefano Battaglia, Riccardo Zegna), Seminari estivi “Castell’Arquato Jazz (2006)” docente: Danilo Rea. Seminario Barry Harris (Roma, marzo 2008, marzo 2009). Compone musiche originali per spettacoli teatrali, vincitore del concorso Barga Jazz ’06 sez D Gruppi emergenti con il gruppo “D. Gorgone quartet”, arrangiamenti e brani originali con Paolo Benedettini (cbasso), Claudio Rossi (tromba), Daniele Paoletti (batteria). Vanta collaborazioni con: Jason Marsalis, Garrison Fewell, Marco Panascia, Jesse Davis, Joahnnes Faber, Scott Hamilton. Ha suonato: Francia, Svizzera, USA, Irlanda, Germania, Slovenia, ecc.

PIETRO IODICE
Pietro Iodice, nato a Napoli, si trasferisce a Roma diventando da subito batterista di spicco del panorama jazz italiano. Pratica attività concertistica in clubs e Festival Jazz tra i tanti “YVP Record Festival” in Germania, “Umbria Jazz” e “Jazz and Image” di Villa Celimontana (Roma) e “Calvi Jazz Festival” in Corsica. Partecipa a molte puntate della trasmissione radiofonica“Radio Jazz”con M.Urbani, F.Boltro, S.Sabatini, F.Puglisi. Tra gli artisti con i quali ha collaborato ricordiamo: Massimo Urbani, Art Farmer, Jimmy Woody, Marcello Rosa, Benny Golson, Rick Margitza, John Patitucci, Jerry Bergonzi, Giorgio Rosciglione, Harvie Swartz, Jim Snidero, Aaron Graves, Scott Robinson,
Dick Oatts, Steve Turre’, Phil Woods, Ralph Moore, Bob Mover, Cedar Walton, Paul MC Candless, Shawn Montero, Joey Calderazzo, Tony Scott, ecc.

ALDO BASSI
Aldo Bassi, dopo il diploma in tromba al conservatorio di S.Cecilia in Roma entra a far parte di alcune jazz band romane: la Alberto Corvini Big Band, la Big Band del S. Louis diretta da Bruno Biriaco e la Testaccio Jazz Orchestra. Al rientro in Italia, dopo una formativa esperienza cubana, ha pubblicato Conversation con la Big Band di Franco Piana e successivamente con la Tankio Band di Riccardo Fassi due album. Nel
1992 con Rosario Giuliani ha dato vita al Bassi-Giuliani Quintet con all’attivo l’album L’incontro del 1996 e la partecipazione al Jazz & Image Festival. Forma la prima band a suo nome, l’Aldo Bassi Quartet, con cui pubblica Distanze . Nel tour dell’anno successivo ospita il sassofonista statunitense Rick Margitza. Nel 2001 registra il secondo album del quartetto, Muah! a cui hanno partecipato lo stesso Margitza e Antonello Salis. Entra a far parte dellaJazz Orchestra (PMJO) e lavora in seguito per la Rai e Mediaset. E’ titolare della cattedra di tromba presso il Conservatorio di Benevento.

ELIO TATTI
Elio Tatti è contrabbassista di origine classica-sinfonica ben presto inglobato nel mondo del jazz, diventa protagonista con importanti collaborazioni sia con musicisti italiani come Nicola Arigliano, Romano Mussolini,Franco Cerri, Marcello Rosa, Flavio Boltro, Gianni Basso, Renato Sellani, Tullio De Piscopo che internazionali come Mike Melillo, Bill Smith, Scott Hamilton, Jesse Davis, ecc. Ha collaborato inoltre con Ennio Morricone, Nicola Piovani e Luis Bacalov, del quale è stato componente del quartetto. Ha suonato nei più importanti Teatri del mondo tra cui la “Carnegie Hall” di New York e nei maggiori Festival di jazz come Umbria Jazz e Umbria Jazz Winter, Skopie Jazz, Lubecca Jazz, Jazz and Image,ecc. E’ titolare della cattedra di Basso elettrico presso il conservatorio “O.Respighi” di Latina ed è autore di un libro edito Saint Louis College, dedicato al Contrabbasso e basso elettrico dal titolo “Bassman”.

Supplemento di € 12,00 sulla prima consumazione.

Info e prenotazioni 0771 737163 – 335 8255710