GILAD HEKSELMAN TRIO

20 novembre 2016 0:00

ALHAMBRA BIRRJAZZ

presenta

domenica 20 novembre 2015 ore 20,30

GILAD HEKSELMAN trio

Gilad Hekselman – chitarra

Joe Martin – contrabbasso

Kush Abadey – batteria

 

Nato in Israele nel 1983, Gilad Hekselman ha studiato pianoforte classico dai sei ai nove anni prima di passare alla chitarra, suonando dai dodici ai quattordici anni nell’orchestra di una trasmissione televisiva giovanile. All’età di quindici anni entra nella Thelma Yellin School of Arts, diplomandosi con lode a diciotto anni. Nel 2004 inizia a studiare presso la New School for Jazz and Contemporary Music di New York, città dove da allora risiede. Ha collaborato con numerosi musicisti tra cui Chris Potter, John Scofield, Anat Cohen, Jeff Ballard, Sam Yahel, Gretchen Parlato, Avishai Cohen, Jeff ‘Tain’ Watts, Ari Hoenig, Tigran Hamasyan, Aaron Parks, Greg Hutchinson, Reuben Rogers, François Moutin e Eric McPherson, esibendosi con successo in diversi jazz clubs tra cui Blue Note, The Jazz Gallery, Small’s, 55 Bar, Dizzy’s Club, Minton’s Playhouse e Fat Cat, oltre a compiere tours in Svizzera, Giappone, Canada, Norvegia, Ungheria e Israele. Vincitore nel 2005 del Gibson Montreux International Guitar Competition, Hekselman in seguito a tale conseguimento ha suonato come opening act per Paco De Lucia al festival di Montreaux, esibendosi inoltre a New York nell’ambito del congresso annuale della IAJE.La nuova registrazione di Gilad Hekselman Trio, “Homes”, riempie di un quieto entusiasmo. La si ascolta – o meglio, la si vive – come un contemplativo contrasto alla complessa identità dell’artista in un mondo globalizzato: l’identificazione con le sue origini, la varietà dei luoghi in cui ha vissuto e lavorato, i suoi modelli musicali e le sue influenze, il suo posto tra la famiglia e gli amici, e il suo posto nella storia della sua arte. Questa registrazione riflette i rapporti di Gilad con le sue molte “case”; fisiche, geografiche, musicali e spirituali. Con questo album (su Jazz Village, distribuito da Harmonia Mundi) il principe delle sei corde festeggia una dozzina di anni dal suo arrivo aNew York, oltre ad un decennio in musica, con i suoi compagni, il contrabbassista Joe Martin, e il batterista Marcus Gilmore, un triumvirato che appare anche sui precedenti “Words Unspoken”, “Wide Open Hearts” e “This Just In”. Su queste essenziali registrazioni, e ora su “Homes”, si possono trovare abbondanti prove di come questi formidabili musicisti riescano a formare un trio ideale…

supplemento € 15,00 sulla prima consumazione

info e prenotazioni 0771 737163   www.birrjazz.it