Francesco Nastro 4et

11 febbraio 2018 20:30 Alhambra Birrjazz

Alhambra Birrjazz

presenta

domenica 11 febbraio 2018 ore 20,30

FRANCESCO NASTRO 4et

Francesco Nastro, pianoforte
Aldo Vigorito, contrabbasso
Giuseppe La Pusata, batteria
Luigi Di Nunzio, sax

Sul palco dell’Alhambra torna Francesco Nastro, eccezionale pianista napoletano, insieme ad Aldo Vigorito esperto contrabbassista di primo piano del jazz nazionale che vanta numerose collaborazioni con artisti di livello mondiale, Luigi Di Nunzio, sassofonista giovanissimo napoletano, figlio d’arte, ha collaborato anche lui con musicisti di livello internazionale tra cui Dave Liebman, Michael Bublè, Danilo Perez e Mike Clark ed alla batteria Giuseppe La Pusata, il quale ha militato in due orchestre cubane, collaborato con i cameristi del teatro San Carlo di Napoli, ha partecipato a diversi festival e rassegne e collaborato con artisti di fama nazionale ed internazionale.

 

FRANCESCO NASTRO
Nato a Castellammare di Stabia (NA) il 5 Sett. ’67, si è diplomato in pianoforte nel 1989 ed ha conseguito il compimento inferiore di composizione nel 1991 presso il conservatorio di Salerno. Ha seguito un corso di perfezionamento con il maestro Adrian Costantin Baciu (musica classica) nel 1987.
Si interessa di jazz già dal 1985. Nel 1993 ha partecipato al concorso internazionale “Citta di Stresa” nella categoria “improvvisazione jazz”, vincendo il primo premio “Clara Barberis” .
Tra il 1991 ed il 1993 ha collaborato con il maestro Bruno Tommaso all’attività dell’orchestra Utopia partecipando ad importanti festivals e rassegne (Roccella Jonica, Berchidda, Taranto, Campobasso) ed incidendo anche un cd live all’Europa jazz festival di Noci, con ospiti quali Gianluigi Trovesi, Paolo Fresu, Evan Parker.
Ha frequentato a Bologna un seminario su John Coltrane curato dal maestro Dave Liebman con il quale ha poi tenuto due concerti uno a Bologna e l’altro a Cremona.
Nel 1995 ha partecipato con il suo quintetto a Teano jazz (co-leader Gianni Amato).
Nel 1996 con il “F. Nastro a tempi alterni quintet” ha partecipato ai festivals di Como, Pomigliano, Teano, Ariano Irpino, riscontrando un buon successo di pubblico e di critica.
Ha registrato a Napoli con GARY PEACOCK (bass) e PETER ERSKINE (drums ) un disco dal titolo “TRIO DIALOGUES” uscito per la etichetta ”jazzclubbillevans” in cui sono contenute composizioni sia di Nastro che di Peacock ed Erskine.
Maggio 1997 ha registrato un disco con il gruppo “Francesco Nastro a tempi alterni quintet” ed ha girato vari festivals per promuovere il disco fra cui Pomigliano, Fano jazz, Pisa , Sessa, Como, Roccella Jonica, ecc.
Agosto ’97 gli è stato commissionato dal Direttore del Conservatorio di Napoli M° Roberto De Simone un arrangiamento per orchestra di un corale; inoltre ha sviluppato jazzisticamente lo stesso corale nella versione bachiana, eseguendolo in Trio + Orchestra in occasione del festival jazz di “Roccella Jonica”.
Nel ’98 registra un disco con il chitarrista casertano Pietro Condorelli (vincitore del top jazz di musica jazz) e con il quale gira vari festival.
Suona invece col suo gruppo ospitando di volta in volta musicisti come Lester Bowie, Ary Brown, John Mitchell, Malachi Favour, Don Moye, Marvin Stamm, Bruce Forman, Maurizio Giammarco, Roberto Gatto, Furio Di Castri, Stefano Cocco Cantini, ecc. e partecipa come ospite nei gruppi di Don Moye, Steve Smith, Peter Nylander.
Sempre nel ’98 prepara al Festival di Pomigliano una serata dedicata alla musica di Gershwin alla quale partecipano anche nomi quali Peggie Stern, Enrico Pieranunzi, Don Moye, ed altri, e viene invitato anche l’anno successivo per comporre un’opera in cui si incontrano due culture: una quella jazzistica e l’altra invece quella tradizionale della tammurriata.
Dirige un’orchestra formata dal trio di Francesco Nastro + Art Ensemble of Chicago + i Zezi + vari ospiti come Mariapia De Vito, Antonello Salis. Partecipa ad un opera di Roberto De Simone “Requiem in memoria di Pier Paolo Pasolini” che termina con due concerti al San Carlo di Napoli.
Nel 2000 ha registrato un disco in trio con Aldo Vigorito al contrabbasso Peppe La Pusata alla batteria uscito a settembre 2001 per l’etichetta tedesca YVP. Collabora da oltre quindici anni con Pomigliano jazz  per i seminari delle “guide all’ascolto” insieme al giornalista Pietro Mazzone. In questi seminari gli argomenti vengono esplicati attraverso la lettura di appunti, l’ascolto di cds, e attraverso esempi suonati da un quartetto live. Numerosi gli ospiti intervenuti alle guide: John Taylor, John Surman, Avishai Cohen, Horazio “el Nero” Hernandez, Roy Hargrove, Roscoe Mitchell, Famaudou Don Moye, Mario Raja, Pietro Condorelli, e tanti altri…
Nel 2007 l’etichetta discografica “ITINERA” produce un progetto dove vengono coinvolti musicisti quali: Javier Girotto, Francesco Nastro, Avishai Cohen, Roberto Gatto; e Nastro sei sui nove brani in scaletta nel cd, che esce nel 2008 dal titolo “SEA INSIDE”.
Attualmente svolge intensa attività didattica in Campania, ha insegnato nell’anno 2000-01 al Conservatorio “D. Cimarosa” di Avellino e dal 2004 al 2010 Conservatorio “San Pietro a Majella” di Napoli, è ospite presso varie scuole italiane per tenere dei seminari; in contemporanea collabora stabilmente con il sassofonista  Javier Girotto con un progetto in duo che ha dato luce un cd dal titolo “Passione” per la CAMJAZZ; il quartetto di Aldo Vigorito e con il suo trio gira vari festival italiani ed europei per promuovere l’ultimo lavoro.

ALDO VIGORITO
Nato a Salerno nel 1958. Ha studiato a Roma al conservatorio di Santa Cecilia con i Maestri Franco Petracchi e Federico Rossi.
Jazzisticamente si è formato alla scuola del Saint Louis di Roma, ed attraverso seminari e workshop con Riccardo Del Frà, Palle Danielson, Bruno Tommaso, Bruno Biriaco, Amedeo Tommasi, Enrico Pieranunzi.
Numerose le sue collaborazioni con musicisti vari: Eivind Aarset, Gary Bartz, Stefano Battaglia, Gianni Basso, Francesco Bearzatti, George Benson, Flavio Boltro, Stefano Bollani, Fabrizio Bosso, Lester Bowie, Giulio Capiozzo, George Cables, Philippe Caterine, Eddie Daniels, Buddy De Franco, Irio De Paula, Javier Girotto e tanti altri.
Nel 2010 e 2011 è stato menzionato tra i migliori contrabbassisti italiani dalla rivista Musica jazz

 GIUSEPPE LA PUSATA
Ha studiato percussioni classiche a Napoli. Successivamente si è perfezionato frequentando seminari e corsi (Peter Erskine, Dave Weckl, Manu Roche, ecc.) e studiando privatamente con vari insegnanti, tra i quali Maurizio Dei Lazzaretti.
Ha al proprio attivo svariate collaborazioni nell’ambito jazzistico.  Ha militato in due orchestre cubane, collaborato con i cameristi del teatro San Carlo di Napoli con i quali ha tenuto diversi concerti.
Ha suonato con diversi musicisti di fama nazionale ed internazionale, tra cui: Maurizio Giammarco, Enrico Pieranunzi, Antonello Salis, Stefano “Cocco” Cantini, Rosario Giuliani, Javier Girotto, Joe Magnarelli, Bob Bonisolo, gli Art Ensable of Chicago ed altri.
Ha partecipato a diversi festival e rassegne: Sessa jazz ’97, Nocera jazz in parco, Etico Estetico ’96, Ishia ’99, Ischia 2000, Pomigliano jazz ’99, Pomigliano jazz 2000, Granhattan jazz meeting ’99, Veneto jazz 2002, Berlino 2002, Sessa jazz 2003, Barcellona 2003, Santa Teresa di Gallura 2002, Volterra jazz 2003 ed altri ancora.
Attualmente collabora stabilmente con varie formazioni tra le quali quella del pianista Francesco Nastro, ed insegna strumento al C.F.M. di Napoli. Ha tenuto diversi corsi seminariali fra i quali nel 2002 all’Università Federico II di Napoli.

LUIGI DI NUNZIO
Giovane sassofonista napoletano, classe 1991, figlio d’arte, inizia a suonare il sax alto in tenera età sotto la guida del padre sassofonista Pasquale Di Nunzio. nuovo talento in forte ascesa, dal 2014 fa parte del progetto di Tullio De Piscopo “Napoli Jazz Project”, molte le sue collaborazioni con musicisti di livello internazionale come Dave Liebman, Michael Bublè, Danilo Perez, Mike Clark.
Ha effettuato inoltre un tour negli Stati Uniti all’interno di un programma di scambio studentesco tra il Berklee Institute di Boston ed il Conservatorio Nazionale Superiore di Parigi.Ha pubblicato il primo disco a suo nome “INEXISTENT” registrato con Antonio Faraò al piano, Darryl Hall al cb e Gene Jackson alla batteria.

Supplemento di € 15,00 sulla prima consumazione.

Info e prenotazioni 0771 737163 – 335 8255710