Domenico Sanna 4et

25 maggio 2018 21:30 Alhambra Birrjazz

Alhambra Birrjazz

presenta

venerdì 25 maggio 2018 ore 21,30

DOMENICO SANNA 4ET

Domenico Sanna, pianoforte
Geraud Portal, contrabbasso
Two Plumes, sassofono
Marco Valeri, batteria

Domenico Sanna, uno dei pianisti più raffinati del panorama jazzistico italiano, appartenente alla generazione degli artisti del jazz capaci di fare la differenza sale sul nostro palco a capo di una formazione “cool” con Plumes e Portal, due musicisti francesi di grande classe e Marco Valeri alla ritmica.

DOMENICO SANNA
Nato nel 1984 a Gaeta, all’età di 6 anni inizia i primi studi di pianoforte e ha la possibilità di stare a contatto con la musica ed il teatro grazie alla sua numerosa famiglia. Trasferitosi a Roma nel 2003 inizia gli studi di pianoforte jazz presso l’Università della Musica. Dopo un anno viene invitato al prestigioso Blue Note di Milano con il gruppo di Fabio Mariani.
Riceve una borsa di studio dalla “Global Music Foundation 2005 frequenta il “Seminar of all musics” in Certaldo (FI), partecipa sempre da borsista alla seconda edizione di Roma Jazz Cool e alle tre edizioni del ”We love jazz” nella Tuscia dove nell’anno 2007 vince il premio di “Miglior Pianista” nel concorso Jimmy Woody tenutosi a Soriano del Cimino (VT), nella giuria George Cables, Bobby Dhuram, Benny Golson, Jimmi Cobb, Joey de Francesco. Nel frattempo entra a contatto e si appassiona alla scena romana del jazz. Nel 2007 si diploma presso l’università della Musica col massimo dei voti. L’anno dopo entra a far parte dell’orchestra di Mario Raja e del gruppo del cantautore Piji e registra col sassofonista Marco Ferri per l’etichetta “Nuccia production”. Sempre nel 2008 registra per l’etichetta “Tuscia in Jazz” un disco con il sassofonista Rick Margitza, inoltre nello stesso anno vince il premio “Luca Flores” come miglior solista tenutosi a Barga e vince un altro premio come “miglior talento emergente” dalla “Armonia Foundation of Arts”. Nel 2009 registra “Piu Sole”, il nuovo disco di Nicky Nicolai e Stefano di Battista per la “Universal” e “Too High” di Marco Acquarelli per la “Lhobo”. Nel 2010 pubblica il suo primo disco da leader: “Too Marvelous For Words”, per la “Tosky Records”, con Giorgio Rosciglione e Marco Valeri, e con lo stesso trio registra il disco “One Night” con Dave Liebman per la “Tuscia in Jazz”.

GERAUD PORTAL
Contrabbassista francese di 30 anni appartenente alla scena parigina, ha suonato con Ali Jackson Gary Bartz Kirk Lightsey ed ha appena pubblicato il suo ultimo lavoro discografico un omaggio a Charles Mingus “Let my children hear mingus”

TWO PLUMES
Plume è un sassofonista contralto francese che attualmente vive a Parigi dopo 15 anni trascorsi negli Stati Uniti (studiando lo spettacolo) a Boston e New York City. Ha condiviso il palco con Mulgrew Miller, Leon Parker, Bill Lee, Greg Osby, Ambrose Akinmusire, Walter Smith III, Kendrick Scott, Warren Wolf, Joe Sanders, Christian Scott per citarne alcuni. Il suo primo disco come leader “Seek You Must” uscirà nell’autunno 2018 dall’etichetta francese “Jazz & People”.

MARCO VALERI
Marco Valeri nasce a Roma il 15 settembre del 1978 da una famiglia “musicale”: il padre è batterista e Marco, sin da piccolo, ha la possibilità di ascoltare musica e vedere musicisti suonare. Prestissimo si appassiona allo strumento ed a quattordici anni inizia a studiare con il Maestro Alberto D’Anna. All’età di sedici anni comincia ad esibirsi nei club con formazioni di vario genere: funk, pop, blues. Dal 1996 si avvicina alla musica jazz ed una delle sue prime esperienze è la collaborazione con il trio del pianista Luca Mannutza insieme a Marco Loddo al contrabbasso. Nel 1998 partecipa al concorso San Gemini Jazz con il quintetto del chitarrista Cristiano Mastroianni, classificandosi al primo posto. Con lo stesso gruppo, l’anno successivo, incide il suo primo disco in studio Lulù, edito per la Map sound. Nel 2000 l’incontro con il sassofonista Daniele Tittarelli con il quale mette su il Garbatella’s Dream Trio e partecipa al concorso Tremplin du jazz di Avignone, riscuotendo notevole successo di pubblico e critica. Nel 2001 si esibisce in diretta radiofonica su “RAI RADIO 3” col sassofonista americano George Garzone. Nello stesso anno suona con il trombettista Eddie Henderson, in alcune sue date italiane. Nel 2002 esce il primo disco del quartetto di Daniele Tittarelli: Jungle trane, titolo anche di uno dei brani di cui Marco è compositore. Tra il 2002 e il 2003 si reca più volte a New York dove entra in contatto con la realtà musicale americana e dalla quale è profondamente influenzato. Nel 2004 viene chiamato a far parte della band diretta da Sandro Deidda, per lo spettacolo di Serena Dandini Jovinelli Varietà, con la quale gira l’Italia in tour per vari mesi. Contemporaneamente inizia a suonare nel quintetto di Carlo Atti ed Emanuele Basentini e si appassiona alla musica be bop e al movimento che gravita intorno al Gregory’s Jazz club di quegli anni. Numerose e prestigiose le collaborazioni fino ad oggi con musicisti italiani ed internazionali, tra i quali: Bill Saxton, Jd Allen, Amedeo Tommasi, Gary Smulian , Andy Gravish, Dado Moroni, Ralph Lalama, Franck Tiberi, Fabio Morgera e molti altri. Marco ha avuto la possibilità di suonare in diversi festival internazionali tra i quali il Jerusalem Fest, l’ Italians jazz musician al 606 di Londra, il Tremplin du jazz di Avignone e poi i più prestigiosi festival italiani: Roccella Jonica, Umbria Jazz, Villa Celimontana, Clusone jazz festival, Padova jazz, Terni in Jazz, Roma jazz Festival, Jazzin’Sardegna, Tuscia in Jazz,e molti altri.

Supplemento di € 15,00 sulla prima consumazione.
Al di sotto dei 25 anni il supplemento è di € 10,00 con consumazione inclusa (birra o soft drink).
Info e prenotazioni 0771 737163 – 335 8255710